Home News Covid, a Milano firmato il protocollo sugli orari della città

Covid, a Milano firmato il protocollo sugli orari della città

In particolare le misure prevedono una diversificazione degli orari della città per evitare gli assembramenti sui mezzi pubblici che avranno una capienza massima dell'80 per cento.

E’ stato siglato oggi in Prefettura il nuovo Protocollo tra Comune di Milano, sindacati e associazioni di categoria, per garantire il ritorno a scuola in sicurezza della prossima settimana. Il protocollo ricalca quello firmato lo scorso dicembre per la ripresa delle lezioni in presenza.
In particolare le misure prevedono una diversificazione degli orari della città per evitare gli assembramenti sui mezzi pubblici che avranno una capienza massima dell’80 per cento, diversamente dallo scorso anno scolastico, quando la soglia era fissata al 50 per cento. “Dal 13 di settembre tutti in classe, tutti in presenza e l’obiettivo di tutta la comunità milanese è di rimanere a scuola”, ha spiegato il Prefetto Renato Saccone.
“Abbiamo misurato con il Politecnico i flussi previsti e tenuto conto che il trasporto pubblico può funzionare all’80 per cento”, ha spiegato il sindaco Giuseppe Sala a margine della firma del protocollo. Per il commercio l’apertura sarà alle 10.15 con le eccezioni dei servizi essenziali e delle librerie. Per quanto riguarda i servizi alla persona potranno aprire a partire dalle 9.30, gli uffici comunali apriranno alle 9.30 e alle 8.30 quelli ritenuti essenziali come quelli funebri, l’anagrafe e lo stato civile.
“Qui siamo nell’ambito degli obblighi. Poi andiamo nelle raccomandazioni. Noi raccomandiamo”, ha spiegato Sala, “alle aziende di aprire gli uffici quanto più possibile alle 9.30, mentre la manifattura può aprire prima alle 8. Raccomandiamo uno smart working di almeno il 50 per cento. Per quanto riguarda le scuole e le università, per le lezioni universitarie raccomandiamo che inizino alle 10 e per le scuole che il 70 per cento degli alunni faccia ingresso entro le 8 e dopo le 9.30 il restante 30 per cento. E’ importante rispettare il più possibile questo tipo di indicazioni. Questa pandemia ci ha obbligato a essere più flessibili. Partiamo così e poi faremo sintesi. Ci impegniamo a monitorare l’effetto di queste misure”, ha concluso il sindaco.
Rispetto ad Area C e Area B, invece, non ci saranno cambiamenti rispetto alla situazione attuale.
Per quanto riguarda i mezzi del trasporto pubblico locale, “con i fondi del governo ci sono navette dedicate e alcune linee in particolare”, ha spiegato il Prefetto, precisando che l’esperienza di maggio “è andata bene, io sono convinto che grazie all’orientamento che ci dà il Politecnico riusciremo a superare le criticità. C’è una grande volontà nel mondo della scuola a ripartire bene e questa volta ci aiuta il Green Pass e la campagna di vaccinazione in corso”.
Mentre il sindaco Sala ha aggiunto che “Atm metterà in campo più persone per controllare il rispetto dell’uso delle mascherine”. (MiaNews)

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version