Prosegue la linea dei provvedimenti mirati emessi dal questore per contrastare situazioni di degrado e molestie in diverse zone della città. A seguito di controlli mirati, sono quindi stati emessi 16 ordini di allontanamento tra Piazza Vetra, la stazione di San Cristoforo e il Parco delle Cave. In particolare, nella mattinata di ieri servizi di controllo del territorio hanno interessato piazza Vetra: ne sono scaturiti 4 ordini di allontanamento nei confronti di soggetti tra i 30 e i 50 anni (due egiziani, un rumeno e un italiano) soliti bivaccare nella zona. A questi provvedimenti – fa sapere la questura – ne sono seguiti altri 12 nella zona della stazione FS “San Cristoforo” e al parco delle Cave, nella periferia Ovest di Milano. I controlli hanno portato all’allontanamento di persone che, a vario titolo, impedivano la libera e tranquilla fruizione dell’area verde. La misura dell’ordine di allontanamento vieta ad un soggetto di avere accesso a una determinata area per 48 ore e, in caso di reiterazione delle condotte contestate, il Questore della Provincia di Milano potrà emettere il divieto di accesso (daspo urbano) alle aree urbane ( per un periodo compreso tra i 6 ai 12 mesi. L’eventuale violazione viene sanzionata con la pena dell’arresto da 6 mesi a 1 anno.

Commenti FB
Articolo precedenteWilding, i City Angels organizzano corsi di autodifesa
Articolo successivoCovid, Fontana: Lombardia rimane bianca
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.