Comunali, Lupi: Bernardo porti freschezza [VIDEO]

42

“Abbiamo bisogno di un confronto con Beppe Sala che sia nel merito dei problemi della città, che parli di periferie, di futuro della città e di viabilità. Questo è il contributo che ‘Milano Popolare’ vuole dare. La mia faccia è un’assunzione di responsabilità come ha fatto la Meloni e Salvini, perché Milano è certamente una partita importante, non solo per Milano, ma per tutto il centrodestra nazionale”. Lo ha detto il presidente di Noi per l’Italia Maurizio Lupi a margine della conferenza stampa di presentazione della “Festa Popolare”.
La campagna elettorale “non è ancora assolutamente iniziata. Ho dato qualche consiglio a Bernardo, che è stato scelto perché è espressione della società civile. Quindi non prenda i difetti della vecchia politica e porti la freschezza di una personalità che viene dalla società civile e che ha fatto esperienze nel mondo della sanità. Non cada nei tranelli del dibattito fascismo, non fascismo, o degli attacchi all’avversario. Milano è città nota a tutti per la sua storia, quindi non si giri intorno e non si dia un colpo al cerchio e un colpo alla botte”. Lupi ha poi aggiunto: “I milanesi hanno bisogno di un sindaco che parli in maniera chiara, che sia molto concreto e che sia un’espressione alternativa e diversa da Beppe Sala. Si riparta dalle periferie dal 3 settembre, quando inizierà la campagna elettorale più breve alla quale abbiamo mai assistito. Milano ha il diritto e il dovere di avere un confronto serio tra candidati sindaci nel merito dei problemi e per futuro della nostra città. La lista si pone l’obbiettivo di rispondere a tutti le voci della città”. In merito all’assenza del nome del candidato del centrodestra Luca Bernardo nei manifesti elettorali Lupi ha sottolineato: “Siamo nella coalizione e quindi ognuno da il proprio contributo parlando della propria storia, portando le proprie persone che saranno candidate e quindi è automatico il nostro sostegno a Luca Bernardo”. (MiaNews)

 

Commenti FB
Articolo precedenteIncendio via Antonini, Vigili del fuoco ancora sul posto [VIDEO]
Articolo successivoCovid, Moratti: l’85% dei lombardi ha aderito alla campagna vaccinale
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.