Aizza i cani contro i vigili, arrestato

Pregiudicato libera tre cani di grossa taglia contro gli agenti chiamati da alcuni cittadini. Feriti due vigili. L'uomo è poi stato arrestato.

14
Immagine di repertorio

E’ stato arrestato dalla Polizia locale, ieri pomeriggio al Parco delle Cave, per resistenza e lesioni un italiano che ha aizzato i suoi tre cani di grossa taglia contro gli agenti intervenuti su richiesta di alcinu cittadini.
Intorno alle 18.30 una pattuglia è stata inviata dalla Centrale operativa in via Cancano, all’interno del Parco delle Cave, dove alcuni cittadini avevano segnalato la presenza di tre cani meticci di grossa taglia, tenuti liberi e senza museruola, che aggredivano persone e altri animali presenti. Gli agenti, individuato il padrone – P.C.M., pluripregiudicato residente a Milano di 38 anni, nato in Cile -, gli hanno intimato di richiamare a sé i cani e tenerli al guinzaglio. L’uomo, dopo aver aggredito verbalmente gli agenti, aizzando gli animali e minacciando di scagliarli contro di loro, li ha infine liberati intenzionalmente: i cani a quel punto hanno circondato gli agenti e inziato a morderli su torace, gambe e braccia.
Nel frattempo l’uomo aveva cercato di allontanarsi, ma bloccato da altri colleghi della Polizia locale arrivati in aiuto, ha richiamato a sé i tre cani per utilizzarli come scudo: solo dopo un po’ di trattative gli agenti sono riusciti a convincere l’uomo a consegnare i cani ad una persona di sua fiducia, a cui i tre animali sottoposti a sequestro sono stati affidati. L’uomo ha comunque continuato a inveire contro gli agenti. Una volta separato dagli animali, P.C.M. è stato tratto in arresto. I primi due agenti della Polizia locale arrivati sul posto e aggrediti dai cani sono stati dimessi con prognosi di 10 e 15 giorni.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.