Comunali Milano, Meloni: “Bernardo candidato che può vincere”

56

“Bernardo è assolutamente un candidato che può vincere, e un candidato che ha il sostegno incondizionato di Fratelli d’Italia”. Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fdi, oggi durante un incontro davanti alla Stazione Centrale di Milano. “Che sia competitivo – ha aggiunto – lo dimostra il nervosismo con il quale la sinistra sta facendo campagna elettorale: mistificazioni, falsità, per attaccare una persona, Bernardo, che le persone di questa città conoscono bene, e a cui hanno affidato la cosa più preziosa, i figli, e che conosce i temi sociali”. Meloni ha spiegato di essere contraria all’obbligo di vaccino per gli insegnanti “per una questione di principio. Il punto è che bisogna capire quanto risolve. Qualche mese fa abbiamo vaccinato gli insegnanti per primi e poi abbiamo chiuso le scuole. Io credo che pensare di risolvere tutto solo con l’obbligo vaccinale rischierà di riportarci a delle chiusure. Se il vaccino non ferma il contagio noi avremo comunque il problema di come evitare le chiusure. A me piacerebbe che invece di parlare di questo, che mi sembra un’arma di distrazione di massa, mi si rispondesse su cosa si sta facendo per mettere in sicurezza la riapertura delle scuole”, ha aggiunto.

Commenti FB
Articolo precedenteEnrico Ruggeri in tour con la band dal 14 agosto
Articolo successivoMaltempo, esondati lago di Como e fiume Varrone (Lc)
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.