Covid, Pregliasco: “Presto 10mila contagi al giorno”

Il virologo: "Tra Europei di calcio, eclissi di coscienza delle persone e No-Vax c'è un aumento esponenziale di casi". "Ci vorrebbero maggiori controlli".

21

“L’estate? La vedo male. Il problema è che c’è una crescita esponenziale dei contagi, è una rampa che poi sale. Lo scenario secondo me è che si arrivi almeno a 10mila casi giornalieri nel breve, con una tendenza ulteriore alla crescita in funzione del fatto che c’è un’eclissi ulteriore di coscienza tra le persone, oltre a quella che c’è stata per gli Europei di calcio, e per lo stile di disattenzione continua che si vede tra i no-vax e che preoccupa”. A dirlo è il noto virologo milanese Fabrizio Pregliasco, interpellato dall’agenzia Adnkronos Salute. Pregliasco, docente dell’Università Statale di Milano, esprime la sua preoccupazione alla luce dei numeri che vedono in deciso aumento i contagi e ora in incremento anche i ricoveri per Covid-19. “Io spero – prosegue- che rimanga questa proporzionalità più bassa di casi gravi e venga mantenuta questa efficacia dei vaccini dimostrata sul campo. Certamente – avverte Pregliasco – l’aumento dei contagi porterà certi soggetti anche vaccinati a essere positivi. Qua in Lombardia abbiamo l’85% dei nuovi casi tra i non vaccinati, un 9% tra i vaccinati con una sola dose e il resto con le due dosi. Però è chiaro che – spiega – aumentando il numero di vaccinati, ci potrà essere un ‘effetto paradosso’ quando in termini assoluti saranno più i casi tra i vaccinati, ma” questo “proprio perché la popolazione vaccinata aumenta”. E conclude: “Secondo me sarebbero necessari anche controlli un po’ più stringenti”. Quanto a nuove chiusure, “vedrei azioni di intervento ‘sartoriali’ – suggerisce il medico – solo in contesti particolari. Insomma, elementi modulati per una guerra chirurgica al virus”.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.