“Il rendiconto 2020 conferma la scarsa visione d’insieme e l’azione disordinata e confusa del centrodestra lombardo. L’anno da cui veniamo avrebbe richiesto a questa giunta una programmazione più coerente e in grado di dare risposte concrete ai problemi, soprattutto in ambito sanitario, che si sono acuiti con la pandemia. Se oggi si parla di riforma della Sanità territoriale non lo si deve certo alla giunta Fontana ma agli stanziamenti del governo. Qui in Lombardia, invece dell’organizzazione, abbiamo avuto la vicenda dei camici, invece del supporto logistico abbiamo avuto il disastro di ARIA spa, invece di investire in Sanità pubblica si regalano ai privati i soldi per fare Pedemontana”, così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia sul Rendiconto generale della gestione 2020. “In generale”, aggiunge Fumagalli, “i fondi di bilancio vengono utilizzati male per scopi elettorali e non di interesse pubblico. Sulla propaganda non si risparmia, anzi, come abbiamo già denunciato, l’aumento voluto da Fontana di 8 milioni per la comunicazione ci fa capire quali siano le reali intenzioni del centrodestra lombardo: cercare di far dimenticare la gestione disastrosa della pandemia con qualche bello slogan”, conclude Fumagalli.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.