Gianetti, i sindacati: “Riprendere la produzione”

Incontro in prefettura a Monza per discutere della vertenza della Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto, che ha annunciato la chiusura e il licenziamento dei 152 dipendenti.

21
Si è tenuto ieri l’incontro presso la prefettura di Monza per discutere in merito alla vertenza della Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto, che ha annunciato la chiusura e il licenziamento dei 152 dipendenti. All’incontro erano presenti, oltre alla delegazione prefettizia ed il Sindaco di Ceriano Laghetto, i Segretari Generali della Cgil, Cisl e Uil di Monza e Brianza, i Segretari Generali territoriali di Fim, Fiom e Uilm, la Rsu aziendale nonché la Direzione aziendale della Gianetti Ruote. “Abbiamo chiesto all’azienda di ritirare immediatamente la procedura di chiusura del sito di Ceriano Laghetto, riprendere la produzione e fare ricorso eventualmente ad ammortizzatori sociali anche di natura straordinaria” afferma Pietro Occhiuto, Segretario Generale della Fiom Cgil Brianza “continuare a non produrre potrebbe significare certificare la morte certa di questo storico stabilimento brianzolo”.
 “Da quello che è dato a noi sapere – continua Occhiuto – il blocco della produzione in Gianetti sta producendo un effetto domino. Ci sono infatti diversi clienti, Iveco e Volvo tra tutti, che avrebbero manifestato a loro volta difficoltà nella produzione dei loro veicoli proprio perchè cominciano a scarseggiare le ruote”. E’ stato chiesto al Prefetto di sollecitare un incontro presso i Ministeri competenti affinchè questa vertenza abbia un tavolo di confronto degno di ricercare soluzioni che possano garantire la continuità industriale alla Gianetti ed è per questo motivo che va salvaguardata la produzione. “Riaccendere le macchine e far ripartire la produzione – insiste il Segretario Generale della Fiom Brianza – è la priorità assoluta”.
Dopo l’incontro in Prefettura oggi sono in programma due incontri, uno in Assolombarda ed uno in Regione Lombardia
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.