Ieri pomeriggio, a Milano, la Polizia di Stato ha arrestato un ragazzo italiano di 20 anni, con precedenti penali, per il reato di detenzione e spaccio di pastiglie di anfetamina e hashish.  Gli agenti della Squadra Mobile, nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di droga, hanno appreso che, nei pressi di un bar di via Maiocchi, vi era un giovane italiano il quale spacciava pastiglie di anfetamina e hashish.
Gli agenti, appostati a pochi metri dal bar, hanno notato l’atteggiamento sospetto del giovane che si guardava intorno prestando particolare attenzione a chiunque
entrasse nel locale. Considerato il comportamento del 20enne, gli uomini della Squadra Mobile lo hanno quindi fermato trovandolo in possesso di tre pastiglie di
anfetamina di colore giallo con impresso il caratteristico simbolo del “Bitcoin” ed una bustina di hashish del peso di gr. 0,3.
Gli agenti hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione, trovando ulteriori 40 pastiglie dello stesso tipo, 10 grammi di hashish ed un bilancino.
Al termine dell’attività, gli uomini della Squadra Mobile hanno sequestrato 43 pastiglie di anfetamina dal peso complessivo di 26,2 grammi e 10,3 grammi di hashish.

Commenti FB
Articolo precedenteCovid, Lombardia: continuano a diminuire i ricoveri, 131 i positivi (0,3%)
Articolo successivoTaxi, firmato protocollo contro abusivismo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.