Covid, Burioni: “Ormai in ospedale solo i non vaccinati”

“Sono come gli evasori fiscali - ha detto in una tormentata diretta sulla pagina Facebook del Gruppo San Donato - si ammalano e poi si presentano al pronto soccorso e li dobbiamo curare lo stesso”.

67
Foto dal sito medicalfacts di Roberto Burioni

Una diretta sui canali social del gruppo ospedaliero San Donato, qualche giorno fa. Parla il professor Burioni, noto virologo, professore universitario e medico del San Raffaele. Nello spazio dei commenti iniziano a piovere le solite cretinate di no vax e compagnia. Burioni va all’attacco. Li paragona agli evasori fiscali e poi cita dati scientifici e numeri ufficiali: in ospedale ormai, per Covid, ci finiscono solo i non vaccinati. “Vorrei dire una cosa a queste persone contro i vaccini: questa malattia non è uno scherzo. E oramai nei reparti Covid ci sono solo i non vaccinati”, ha detto il professore prendendo la parola mentre la pagina social del Gruppo San Donato era stata presa d’assalto. Minacce e insulti, come già denunciato in passato dallo stesso Burioni, che – per modalità – avevano il contorno di un attacco organizzato. Tant’è che il conduttore dell’evento è stato costretto a chiedere agli spettatori di inviare eventuali domande con messaggi privati e non più tra i commenti in diretta. “Chi non si vaccina è come gli evasori, che non pagano le tasse, ma poi arrivano al pronto soccorso e li curiamo lo stesso – ha detto Burioni -. Gli evasori sfruttano le persone che fanno il loro dovere, lo stesso è per chi non si vaccina. Ma il discorso è diverso per i sanitari. Il sanitario non può non vaccinarsi perché è un pericolo grave per i pazienti. Ed è molto giusto che il Governo abbia messo delle regole: chi ha a che fare con i pazienti deve vaccinarsi o va a fare un altro lavoro”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.