PizzAut, De Rosa (M5s) porta la solidarietà dopo campagna d’odio

27

Oggi il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia, Massimo De Rosa, insieme ai portavoce locali del Movimento, ha visitato il ristorante PizzAut di Cassina de Pecchi. Il progetto PizzAut consente ad alcuni ragazzi autistici di lavorare e nei giorni scorsi era stato oggetto di una campagna d’odio. De Rosa dichiara «Abbiamo portato la nostra solidarietà in un incontro che si è rivelato costruttivo e ci ha fatto crescere. L’iniziativa è molto valida e offre una prospettiva a questi ragazzi con la possibilità di un lavoro e di garantire loro una socialità, elementi essenziali per la crescita e l’integrazione. Iniziative come queste devono assolutamente proliferare e ottenere maggior sostegno dallo Stato e della regione. Le istituzioni pubbliche dovrebbero arrivare prima del privato nell’offerta di soluzioni come queste. Faccio i nostri complimenti al fondatore Nico Acampora, per aver realizzato quello che solo fino a qualche anno fa poteva sembrare esclusivamente un sogno. Complimenti anche ai ragazzi e alle ragazze di PizzAut, dal cui incontro porto con me la dedizione e la gioia che può dare il lavoro quando la passione viene messe al servizio di qualcosa di grande. Inoltre, va segnalato che la loro pizza è buonissima e il servizio impeccabile”.

Commenti FB
Articolo precedenteCovid in palestra, salgono a 14 i positivi
Articolo successivoAssociazione Orafa Lombarda, Andrea Sangalli confermato presidente
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.