Alla Bovisa il primo murale identificativo di quartiere

49

Questo pomeriggio in via Cosenz alla Bovisa, è stata inaugurata la prima opera artistica muraria che riporta il nome del quartiere stesso. L’iniziativa ‘Un nome in ogni quartiere’ rientra nella campagna Neighborhood by Neighborhood, ideata da Milano&Partners e rivolta a milanesi, city user e turisti che stanno tornando in città, per (ri)scoprire ricchezze e identità del territorio cittadino.
Il progetto è ideato e prodotto in sinergia con l’ufficio Arte negli Spazi Pubblici del Comune di Milano e realizzato grazie al contributo erogato da Fondazione di Comunità Milano con il bando 57 a cui ha partecipato Milano&Partners, e lascerà ai quartieri milanesi un dipinto murale che riporterà il nome stesso del quartiere, col fine di segnare, anche graficamente, l’identità propria delle tante anime della città.
Il murale di via Cosenz è stato realizzato all’interno della rassegna Poli Urban Colors, che per 10 giorni ha colorato il quartiere con attività di street art lungo il perimetro del Campus del Politecnico. “BOVISA”, curato da Luca Meyr nell’ambito della rassegna, è stato realizzato da Andrea Gasparro in arte Sorte, classe 1997, laureato in Design della Comunicazione al Politecnico di Milano. Appassionato di arti grafiche, nel 2015 si approccia al mondo della calligrafia.
Dopo Bovisa, nelle prossime settimane saranno svelate le opere d’arte murarie identificative dei quartieri Portello, opera che sarà realizzata dall’artista Rendo, Città Studi, da un’idea grafica della designer Serena Confalonieri e Corvetto che si colorerà grazie all’opera di Pablo Pinxit Compagnucci e Lillo Loris.
Infine, la realizzazione dei primi otto murales nei quartieri della città verrà accompagnata da “Milan’s Murales”, un fotoreportage a cura della fotografa Daniela Cavallo che racconterà, attraverso i colori dei muri e i volti degli ‘street artists”, la creazione delle opere passo per passo e le impressioni di chi le guarda.
La campagna Neighborhood by Neighborhood continuerà sino al mese di settembre, con altri quartieri protagonisti. Tutte le collaborazioni, i palinsesti di quartiere e i progetti attivi sono costantemente aggiornati e implementati sull’hub dedicato presente sul sito yesmilano.it.

Commenti FB
Articolo precedenteFontana in Franciacorta: eccellenza del vino lombardo e luogo di attrattavità turistica
Articolo successivoSvelato il monumento intitolato al pilota milanese Alberto Ascari
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.