Tre kg di droga in casa, arrestato spacciatore a Quarto Oggiaro

201

Riforniva Quarto Oggiaro di hashish e marijuana, servendosi di complici, nonostante fosse in affidamento in prova. La polizia di Stato ha arrestato per detenzione ai fini di spaccio un 28enne italiano con precedenti per droga e tentato omicidio doloso. Il deposito era una stanza all’interno di casa sua in via Appennini in cui neanche i suoi parenti potevano entrare. Lì il giovane confezionava, stipava e preparava le dosi da rivendere al dettaglio. Dopo giorni di appostamento gli investigatori del commissariato Quarto Oggiaro la sera del 3 giugno, lo hanno visto rientrare con uno scooter di grossa cilindrata, condotto senza patente, e dopo averlo trovato con alcune dosi in tasca hanno perquisito l’interno dell’appartamento dove c’erano anche i genitori ed i fratelli, ignari delle attività illecite del ragazzo. All’interno di una intercapedine ricavata dietro un armadio il cane antidroga ha trovato circa 1,7 chilogrammi di marijuana, un chilogrammo di hashish, in panetti da 100 grammi, quattro bilancini di precisione, coltelli, sostanze da taglio, materiale da confezionamento e circa 11 mila euro in contanti. Gli agenti hanno trovato anche una macchina conta banconote, una termosaldatrice, alcuni smartphone, orologi di lusso e cripto valute oltre ad attrezzatura per la coltivazione in serra di cannabinoli. Il giovane è stato arrestato e portato al carcere di San Vittore.

Commenti FB
Articolo precedenteOmicidio al torneo di calcetto, De Corato: “Milano ormai fuori controllo”
Articolo successivoCovid, Vaccinazioni: da fine giugno possibilità cambio data seconda dose
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.