Terrorismo, condannata a 4 anni Alice “Aisha” Brignoli

73

Condanna a 4 anni di carcere Alice Brignoli, accusata di terrorismo internazionale, al processo in abbreviato. La donna, originaria del lecchese, moglie del defunto militante dell’Isis Mohamed Koraichi, era stata arrestata in Siria a settembre dal Ros dei carabinieri e riportata in Italia assieme ai 4 figli, poi affidati ad una comunità. La sentenza è stata emessa oggi dal gup di Milano Daniela Cardamone, che ha disposto anche 5 anni di interdizione dai pubblici uffici. Il giudice ha anche stabilito una provvisionale, immediatamente esecutiva, per ognuno dei quattro figli della donna, assistiti dall’avvocato e curatore speciale Silvia Belloni che ha deciso di costituirsi parte civile nel processo.
Alice Brignoli, detta ‘Aisha’ come si faceva chiamare dopo la conversione, viveva in provincia di Lecco prima di partire insieme a marito e figli per la Siria.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.