Libertà di stampa, Vittorio Arrigoni iscritto honoris causa tra i cronisti italiani

Iniziativa del Gruppo Coronisti Lombardi, in omaggio al pacifista ucciso a Gaza 10 anni fa.

22

In occasione della giornata mondiale della libertà di stampa, Vittorio ‘Vik’ Arrigoni, il pacifista e attivista per i diritti umani rapito e ucciso a Gaza, in Palestina, 10 anni fa , è stato iscritto honoris causa nell’albo dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani. L’iniziativa è stata  promossa dal Gruppo Cronisti Lombardi (Arrigoni era originario di Bulgiago, nella Brianza Lecchese) dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti, “per l’importante contributo dato da Arrigoni con le sue cronache da Gaza e da altre parti del mondo” dove faceva il volontario, spesso incurante di bombardamenti e in condizioni di lavoro difficilissime. “Sono commossa e onorata – ha detto la madre, Egidia Beretta, presidente della Fondazione Vik Utopia – e credo che senza quanto da lui scritto oggi avremmo un pezzetto di storia in meno. Credo che lui abbia avuto i coraggio di raccontare quando gli altri tacevano”. Gli articoli scritti per Il Manifesto sull’offensiva israeliana ‘Piombo Fuso’ di cui è stato uno dei pochi reporter testimoni diretti sono raccolti nel libro ‘Restiamo Umani’, uscito nel 2011.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.