Home News Recovery Fund, Sala: spero che governa possa darci risposte in fretta

Recovery Fund, Sala: spero che governa possa darci risposte in fretta [VIDEO]

“Spero che il governa possa darci risposte in fretta per i fondi del Recovery fund, speriamo che a cavallo dell’estate possa esserci qualche conferma. Ho incontrato i ministri Franco, Giovannini, Cingolani e Colao e ho rimandato ieri a Franco un dossier che riepiloga tutti i progetti, ne parlerò anche col presidente del Consiglio, da quel punto di vista il nostro lavoro lo abbiamo fatto e ora seguiremo con attenzione. Per il turismo, da quello che capiamo, ci vorranno due anni per ricreare quel turismo solido e tornare a un lavoro significativo”. Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala questa mattina a margine della presentazione del bilancio del Fondo San Giuseppe.

Il sindaco ha parlato anche dell’occupazione: “Siamo tornati ai livelli occupazionali pre Expo, quindi abbiamo fatto un passo indietro in termini occupazionali di 5 anni. Io non ho altre ricette serie oltre a un sapiente utilizzo dei fondi del Recovery plan. Conto tantissimo su quello, perché abbiamo tanti progetti pronti e Milano si candida a poter fare un grande cambiamento dal punto di vista delle infrastrutture, della mobilità, dell’ambiente, e delle case popolari”. “Ricordando che quei fondi devono essere spesi necessariamente entro il 2026-2027, è importante avere già progetti pronti a livello definitivo ed esecutivo. Io in questi mesi sto cercando di preparare questi progetti in modo che se otterremo i fondi potremo ripartire. Quella è la via principale per garantire occupazione. Ci sono segnali positivi, gli interessi tra gli operatori del real estate ci sono e questa istituzione ha portato a capire che c’è bisogno di appartamenti a prezzi più bassi e penso che in varie zone della città partiranno nuove iniziative e poi, piano piano, si tornerà col turismo e con la Milano frizzante”, ha concluso. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedente“Futura” ecco il logo delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026
Articolo successivoLombardia, interventi per la ripresa: oltre 100 milioni di euro a disposizione dei Comuni
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version