Grammy Awards 2021, incetta di premi per Beyonce. Billie Eilish disco dell’anno

101

Billie Eilish vince il premio principale ai Grammy Awards. Dopo la vittoria dell’anno scorso ha bissato nella categoria disco dell’anno grazie al singolo “Everything I Wanted”. A fare incetta però è stata Beyonce con 4 premi conquistati: miglior video musicale con “Brown Skin Girl”, migliore performance rap e migliore canzone rap con ‘Savage” (insieme a Megan Thee Stallion) e migliore performance R&B con “Black Parade”. Il secondo premio più importante, è andato a Taylor Swift con “Folklore” che è risultato l’album dell’anno.  Ad aggiudicarsi il premio per il miglior brano dell’anno è H.E.R. con “I Can’t Breathe”, dedicata a George Floyd, ucciso dalla polizia di Minneapolis il 25 maggio 2020.  Megan Thee Stallion ha vinto il Grammy come miglior artista emergente. Lady Gaga e Ariana Grande a cui è andato il premio per il miglior duo pop. Dua Lipa invece ha conquistato è portata a casa il riconoscimento per il migliore album di canzoni pop. Infine Harry Styles  ha vinto il Grammy come Best Pop Solo Performance con la sua “Watermelon Sugar”.

 

Commenti FB
Articolo precedenteVaccini, Fontana, la struttura è pronta aspettiamo le dosi
Articolo successivoMoto Guzzi, il compleanno del secolo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.