“Il vaccino Astrazeneca è sicuro”. Lo ha ribadito oggi il direttore generale dell’assessorato al Welfare, Giovanni Pavesi, in un’intervista a Lombardia Notizie Online. “In Lombardia – ha spiegato il direttore – abbiamo raggiunto il milione di dosi inoculate e in nessun caso, né con l’utilizzo di Astrazeneca, né con la somministrazione di altri vaccini, abbiamo registrato eventi avversi importanti. Quindi la campagna vaccinale prosegue”. “I vaccini che utilizziamo, a partire da Astrazeneca – ha aggiunto Giovanni Pavesi – sono sicuri. Sono stati utilizzati in milioni di dosi sia in Italia, sia nel resto del mondo, senza aver mai registrato situazioni di particolare pericolo, quindi non c’è motivo per i nostri cittadini di dubitare sulla sicurezza e sulla continuità della campagna vaccinale”. “Abbiamo precauzionalmente isolato il lotto che ci è stato segnalato da Aifa e da quel lotto – ha proseguito – in questo momento, non sono risultate situazioni di preoccupazione o di eventi avversi sui cittadini che lo hanno ricevuto. Ovviamente se qualcuno, che è stato vaccinato, avesse qualunque tipo di sintomo, può contattare il medico di riferimento o il centro in cui si è vaccinato e verrà prontamente preso in carico in assoluta sicurezza”. “Non abbiamo elementi – ha concluso Pavesi – che si inducano a sospendere le vaccinazioni. Ricordiamo sempre che il vaccino è l’unico strumento forte che abbiamo attualmente a disposizione per liberarci dalla pandemia”. Sono 31.722 le dosi di vaccino AstraZeneca del lotto ABV2856 somministrate nei diversi Centri vaccinali attivi in Regione Lombardia e, come detto, ad oggi non sono state registrate particolari segnalazioni da parte dei pazienti inoculati.  In particolare ne sono state somministrate: 3.516 tramite l’Ats Bergamo, 3.409 tramite l’Ats Brescia, 4.102 tramite l’Ats Brianza, 12.325 tramite Ats Milano, 2.697 tramite Ats Insubria, 1.476 tramite Ats Montagna, 376 tramite Ats Pavia e 3.871 tramite Ats Val Padana.

Commenti FB
Articolo precedenteLadro d’auto con jammer fermato in via Marghera
Articolo successivoCena di lavoro in suite hotel, 16 persone sanzionate
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.