Si tuffa nel Lambro per sfuggire ai carabinieri, preso con mezzo chilo di eroina

Quando i militari hanno intimato l'alt a un'auto a San Donato uno dei due uomini è sceso e si è buttato nel fiume cercando di liberarsi della droga ma non è riuscito a raggiungere l'altra sponda ed è dovuto tornare indietro. I militari hanno ripescato lui insieme a un involucro con l'eroina.

113

Nel pomeriggio di sabato i carabinieri di San Donato Milanese hanno arrestato in flagranza per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illecita di stupefacenti un marocchino di 31 anni pluripregiudicato per droga. I carabinieri, mentre transitavano sulla provinciale all’altezza di via fiume Lambro, intimavano l’alt ad una Fiat Panda sospetta. Il passeggero è sceso dal veicolo fuggendo a piedi nella boscaglia per poi immergersi nel fiume Lambro, senza riuscire però a raggiungere l’altra sponda per via dell’acqua alta. A questo punto è tornato indietro. I carabinieri lo hanno aiutato a risalire e poi lo hanno bloccato e successivamente arrestato. I militari infatti avevano notato che mentre era nel fiume l’uomo aveva gettato in acqua un involucro contenente un panetto di eroina di 525 grammi, che poi è stato recuperato. Intanto il conducente del veicolo ha ripreso la marcia imboccando la Tangenziale Est in direzione Bologna ma è stato tamponato poco dopo da un tir, ha abbandonato l’auto e ha fatto perdere le proprie tracce nei campi.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.