Caos Darsena: De Corato presenta un esposto in Procura

L'assessore: "Presenterò un esposto alla Procura della Repubblica di Milano per segnalare che come è stato fatto per domenica scorsa e come sarà fatto anche per il prossimo fine settimana, si sarebbe potuto fare anche sabato 27 febbraio".

50

Non si fermano le polemiche sul caos che si è verificato sabato scorso tra i Navigli e la Darsena e, secondo la denuncia di diversi esponenti dell’opposizione, sull’assenza della Polizia Locale, nonostante l’annuncio del sindaco Beppe Sala, poche ore prima, che sarebbe stata incrementata la vigilanza. Ora arriva anche l’esposto di Riccardo De Corato. “Innanzitutto, fa piacere che le identificazioni dei partecipanti al rave party che si è svolto in Darsena sabato scorso continuino. È da anni che sollecito, vista la delinquenza che gravita attorno alla zona, un skybox dedicato solo alla Polizia di Stato, ma questo non è mai stato preso in considerazione”. Così il consigliere comunale di FDI a Palazzo Marino e assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato, in seguito a quanto emerso durante il Comitato Per l’Ordine e la Sicurezza riunito oggi in Prefettura a Milano. Mi domando come mai il dispositivo di sicurezza per l’area Darsena-Navigli, che il Comitato Sicurezza riunito in Prefettura oggi ha deciso di mantenere anche per il prossimo fine settimana, è stato attivato solo domenica 28, dopo gli assembramenti, e non il giorno prima. Presenterò un esposto alla Procura della Repubblica di Milano per segnalare che come è stato fatto per domenica scorsa e come sarà fatto anche per il prossimo fine settimana, si sarebbe potuto fare anche sabato 27 febbraio evitando così i prevedibili ammassamenti e, persino, il rave party che hanno avuto luogo in Darsena. Qualcuno dovrà rispondere alla Magistratura per i mancati interventi e per gli assembramenti!”.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.