“Ho provveduto ad inviare una nota all’AGCM con la quale, ho sottolineato come la sentenza del TAR che ha annullato l’operazione di aggregazione a causa della mancanza di una gara per individuare il partner di AeB, si ponga quale elemento distorsivo della concorrenza e per questo motivo necessiti di un intervento dell’autorità”, così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia. “Chiedo all’AGCM di aprire nuovamente il dossier alla luce della pronuncia del TAR che impone ai comuni di fare una gara d’appalto per individuare il socio privato. In questa fase ritengo doveroso da parte di un’autorità amministrativa indipendente come l’AGCM di fornire l’adeguato supporto ai comuni, mediante un parere motivato a cui i comuni devono attenersi, per prendere decisioni che siano rispettose del codice dei contratti pubblici. In tale contesto ritengo opportuno che AGCM debba intervenire  nell’eventuale giudizio di appello al fine di contrastare ogni tentativo di individuare partner privati in modo arbitrario e in violazione dei legge. La normativa assegna infatti alla AGCM proprio la funzione di protezione del mercato e della concorrenza legittimando l’azione in giudizio a differenza di quanto previsto per i consiglieri regionali o comunali menomando in tal modo gravemente la tutela dell’interesse pubblico e dell’ordine pubblico economico”, conclude Fumagalli.

Commenti FB
Articolo precedenteInsulti a Segre sui social, perquisizioni e sequestri
Articolo successivoCovid, troppi alunni in una scuola del bresciano, arrivano i carabinieri
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.