Turismo, B&B e case vacanze tra pessimismo e prime prenotazioni

Il 45% non ha ancora ricevuto alcuna prenotazione per il 2021 ma quelle per giugno sono superiori a quelle ricevute per agosto.

52

A inizio febbraio 2021 quasi metà (44,7%) delle strutture ricettive extralberghiere, B&B e case vacanze, sono ancora chiuse e pensano di riaprire tra marzo e giugno. La fiducia per il 2021 non è, ad oggi, altissima. Solo il 22% pensa che quest’anno appena iniziato sarà meglio del 2020. Il 45% non ha ancora ricevuto alcuna prenotazione per il 2021. Saltano agli occhi le prenotazioni per giugno; sono già quasi il doppio di quelle rispettive di aprile e maggio e superiori a quelle ricevute per agosto. Questo fa sperare che giugno potrà essere un mese sicuramente interessante. Giugno è l’ultimo mese in cui si potrà spendere il bonus vacanze che è ancora in tasca a più di un milione e centomila famiglie Italiane. A giudicare dai numeri, le prenotazioni anche per questa prima metà del 2021 saranno last minute e provenienti perlopiù da Italiani (73,8%). Un dato interessante: il 22% ha dichiarato di voler acquistare un POS fisico abilitato al cashback di stato per intercettare i più di 7 milioni di Italiani che lo hanno attivato, e offrire loro un soggiorno con lo sconto pieno del 10%.

 

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.