Home News Rapina una farmacia in centro a Milano, intercettato in metropolitana e arrestato

Rapina una farmacia in centro a Milano, intercettato in metropolitana e arrestato

Poco prima aveva rapinato una farmacia di via Spadari, minacciando la farmacista con un taglierino e asportando la somma di 250 euro circa dalla cassa. La descrizione del rapinatore fornita dalla donna ha, però, permesso agli agenti della Polizia di Stato di rintracciare e arrestare, nel mezzanino della stazione metropolitana Duomo, l’autore del crimine. L’uomo, un 39enne con diversi precedenti, dopo aver rapinato la farmacia, verso le 17 di ieri era fuggito in direzione di piazza Edison. Giunto nella stazione della metropolitana, i rapinatore è stato notato e riconosciuto da una pattuglia della Polmetro che lo ha visto, in evidente stato di agitazione, mentre cercava di farsi largo tra gli altri passeggeri con un cappotto arrotolato e tenuto nascosto sotto il braccio. La perquisizione personale cui gli agenti lo hanno sottoposto ha portato al rinvenimento della somma di denaro contante corrispondente a quella asportata nella farmacia di via Spadari. Il 39enne, che ha poi ammesso di essere l’autore della rapina, è stato arrestato, ma ora gli agenti indagano su altri episodi di rapina a lui riconducibili.

Commenti FB
Articolo precedenteLombardia, controversie compagnie TLC: con ConciliaWeb più servizi per gli utenti
Articolo successivoFondazione Gimbe e la vergogna dei dati sbagliati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version