Scuola, manifestazione contro le “classi pollaio”

Priorità alla scuola in presidio al ufficio scolastico regionale

78

Manifestazione contro la formazione di “classi pollaio “, organizzata dal Comitato Priorità  questa mattina davanti all’ufficio scolastico regionale di via Polesine, a Milano. “La nostra lotta per una scuola migliore, pubblica, laica, inclusiva e salutare, continua – spiegano i promotori dell’iniziativa- anche a scuole aperte, anzi proprio perché sta finalmente imponendosi l’idea che le scuole devono essere aperte: in presenza, in continuità e in sicurezza, come diciamo da aprile”. Proprio per questo, oggi ” è l’occasione per dire basta alle “classi pollaio”: è imperativo ridurre il numero di alunni per classe, e perciò dare seguito quanto chiediamo da aprile, ovvero spazi e organico. È l’occasione per ribadire che non vogliamo più classi con più di 20 studenti e che per adeguare l’organico vanno assunti immediatamente i precari della scuola. È l’occasione per dire che il sovraffollamento nelle classi è una delle ragioni principali (forse quella principale) per cui l’Italia si è fregiata del triste record europeo di interruzione della didattica in presenza, stracciando tutti i principali partner comunitari. È l’occasione per ribadire che pretendiamo una inversione di tendenza rispetto agli ultimi decenni: come per la sanità pubblica, la pandemia ha avuto l’effetto di certificare la dissennatezza dello smantellamento di tutti i servizi pubblici, che si traduce in riduzione di diritti fondamentali di cittadinanza”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.