A Milano e hinterland la fine del 2020 farebbe segnare un minimo storico di feriti rispetto alla media degli ultimi anni. Secondo i primi dati Areu ci sono stati “la metà degli interventi del 118 di un Capodanno normale. A San Giuliano Milanese,  un uomo di 54 anni, per lo scoppio di un grosso petardo, ha subito l’amputazione di due dita (4 e 5 della mano destra) e un trauma addominale, è stato ricoverato in codice rosso all’ospedale di Niguarda. L’episodio più grave riguarda una sparatoria avventa intorno all’1 di notte in via Gigante a Milano, nella zona di piazza Selinunte. Nel corso di una sparatoria, dai contorni ancora tutti da delineare, due marocchini di 33 e 39 anni sono rimasti feriti per i colpi d’arma da fuoco sparati da un albanese, ora ricercato. Uno dei due, di 33 e 39 anni, raggiunto alla testa, è grave. Questa mattina alle 8.20 in via Marco Ulpio Traiano a Milano, un uomo di 55 anni è stato accoltellato alla scapola sinistra, è stato portato in codice gialli all’ospedale San Carlo.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.