Home News Vaccini antinfluenzali, rimborso per i pazienti costretti a rivolgersi ai privati

Vaccini antinfluenzali, rimborso per i pazienti costretti a rivolgersi ai privati

Approvata in consiglio regionale una mozione presentata dal Pd che prevede il rimborso per i pazienti fragili che sono stati costretti a rivolgersi ad un privato per fare il vaccino antinfluenzale, dato i ritardi nella consegna delle dosi ai medici di base.

Approvata dal Consiglio regionale della Lombardia una mozione, presentata dal Pd, che chiede il rimborso dei vaccini antinfluenzali per i cittadini fragili che sono stati costretti a rivolgersi ai privati, in assenza delle dosi che dovevano essere distribuite ai medici di base. “In questo momento di emergenza sanitaria – spiega il primo firmatario della mozione, il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti – la vaccinazione antinfluenzale è fondamentale, sia per la tutela della salute dei cittadini, sia per semplificare la diagnosi tra i pazienti affetti da Covid o da influenza stagionale. La Regione però non ha rispettato i tempi: i vaccini, per gli errori di approvvigionamento non ci sono. È stata indetta il 27 novembre scorso la dodicesima gara, andata a vuoto e ieri sera la tredicesima, che si chiuderà domani. Per molti questo ha significato una vera difficoltà nel fare il vaccino. L’unica alternativa possibile, infatti, è stata quella di far ricorso alle strutture private, che offrono i vaccini in sicurezza e in tempi ragionevoli, ma a pagamento, con prezzi che variano dai 50 ai 70 euro, cinque volte il costo del servizio pubblico. E questo vale anche per moltissimi cittadini ‘fragili’, le cosiddette categorie ‘ target’, per cui il vaccino è essenziale, come indicato sia dal ministero della Salute, sia dalla stessa Regione.” “Per rimediare a questo con la mozione – sottolinea Astuti – abbiamo impegnato la giunta a risarcire i pazienti che sono stati costretti, pur rientrando nelle categorie con diritto alla gratuità, a rivolgersi alle strutture private”. “Da parte nostra – conclude Astuti – vigileremo perché la giunta vari al più presto, dati i tempi stretti della campagna vaccinale, una delibera che renda di fatto operativo l’impegno assunto oggi in aula”  Il rimborso sarà pari a un prezzo di riferimento, che dovrà essere stabilito dalla Regione.

Commenti FB

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version