Si è svolto oggi a Milano il Secondo “Forum del Lavoro di Milano e area Metropolitana”, organizzato da Società Umanitaria insieme a Comune di Milano; la Città Metropolitana di Milano; Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi, Pavia; Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza; Unione Artigiani della Provincia di Milano e di Monza Brianza; Cgil Milano, Cisl Milano Metropoli e Uil Milano e Lombardia.
Sono intervenuti: Marzia Oggiano, Vice Presidente di Società Umanitaria; Antonio Misiani Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze; Cristina Tajani Assessora Politiche del lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane, Comune di Milano; Elena Buscemi Consigliera delegata a Lavoro, Politiche sociali, Città Metropolitana di Milano; Valeria Innocenti Direttore Area Lavoro e previdenza, Assolombarda; Francesco Mungo Area Supporto Istituzionale e Studi, Confcommercio Milano Lodi e Monza Brianza; Marco Accornero Segretario Generale Unione Artigiani della Provincia di Milano e di Monza Brianza; Massimo Bonini Segretario Generale CGIL Milano Carlo Gerla Segretario Generale CISL; Milano Danilo Margaritella Segretario Generale UIL Milano Lombardia; Rita Querzè Giornalista, Corriere della Sera.

“L’incontro del Forum Annuale del Mercato del Lavoro di Milano e area Metropolitana, oggi alla sua seconda edizione, ha messo in luce le grandi difficoltà incontrate in questo periodo, come dimostrano i dati portati dalle parti nella tavola rotonda” ha dichiarato Marzia Oggiano, Vice Presidente di Società Umanitaria.
Per citare solo alcuni dei dati forniti dal Vice-Ministro dell’Economia Misiani, sono 109 mila le piccole e medie imprese della Provincia di Milano che hanno usufruito di 421 milioni di euro messi in campo da Decreto Rilancio, a cui si aggiungono i 111 milioni di euro erogati ad altre 18.900 imprese col pacchetto di aiuti dei Decreti Ristori 1 e 2.
“Ma il Forum – prosegue Marzia Oggiano – ha anche indicato la possibilità di ridisegnare un futuro del nostro territorio partendo dalle potenzialità esistenti e dalla capacità di innovazione sviluppatasi anche in questa fase, importanti per l’intero Paese. Del resto sempre il Vice Ministro Misiani ha sottolineato come questa crisi sia un fattore catalizzatore di accelerazione dei cambiamenti già in atto. L’obiettivo non è quello di tornare sic et simpliciter alla situazione di febbraio 2020, ma avere l’ambizione di mettere l’Italia su di un percorso di sviluppo sostenibile dopo più di vent’anni di stagnazione. Crediamo che Il territorio lombardo e milanese può e vuol essere un importante volano per far ripartire il sistema Paese. In questo senso, trova conferma la felice intuizione della creazione del Forum del Lavoro organizzato da Società Umanitaria, che si conferma luogo fecondo di confronto tra i protagonisti dell’economia e del mondo del lavoro milanese, sia istituzionali che di rappresentanza sociale, da cui anche oggi, pur nella diversità e pluralità di posizioni, sono scaturite analisi e indicazioni utili per la nostra città”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.