Sulle modalità di allentamento delle misure nel caso in cui la Lombardia diventi da venerdì zona arancione “ci stiamo confrontando con il Governo, se partiremo il lunedì oppure già il sabato”. In ogni caso “noi siamo pronti” e “se, come abbiamo le indicazioni, lo sforzo dei lombardi ha dato quei risultati che oggi sono sotto gli occhi di tutti è giusto che si possa il prima possibile iniziare una riapertura lenta, graduale che deve essere accompagnata da un grandissimo senso di responsabilità perché non dobbiamo ricadere a breve in un’altra situazione di criticità, ma è giusto farlo” : così l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera a margine di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia in merito al possibile passaggio della Lombardia da zona rossa a zona arancione, con il monitoraggio di venerdì. In particolare, sulla situazione negli ospedali, Gallera ha poi affermato: “C’è una riduzione quotidiana costante dei posti letto impegnati per covid, sia in pneumologia sia in terapia intensiva, quindi la situazione sta migliorando, chiaramente più lentamente come abbiamo già visto nella prima fase. L’ elemento che stiamo notando è che c’è una crescita dei no covid sia nei pronto soccorso che quindi nei ricoveri”. (MiaNews)

Commenti FB
Articolo precedenteCovid, in Lombardia scendono i ricoveri (-246) e oltre 15.000 guariti
Articolo successivoChampions, impresa Atalanta a Liverpool
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.