Covid, Fontana: no richieste territoriali, battaglia unitaria coi sindaci

59

Con i sindaci delle città capoluogo e i presidenti delle Province “tutti quanti insieme abbiamo deciso di continuare battaglia in maniera unitaria e di non fare richiese per il momento di differenziazione territoriale”: lo ha riferito in un punto stampa il presidente della Regione Attilio Fontana in merito all’incontro avuto con i rappresentanti degli enti locali sulla situazione dei contagi in Lombardia. Questo, ha detto anche perché “i dati mostrano come l’epidemia in questo momento stia assumendo un comportamento ‘unitario’ sul territorio”. Fontana ha definito “‘importante’ la volontà di continuare in modo unitario la battaglia” così come, ha ricordato “in maniera unitaria abbiamo assunto le decisioni del 22 ottobre”. “Con il Governo c’è la piena volontà di continuare questo confronto e questa scelta comune nelle misure da assumere” ha poi proseguito Fontana riferendo dell’incontro avuto con i rappresentanti del Governo. Fontana ha parlato in particolare di “disponibilità a un confronto” tra tecnici “sulla riduzione dei parametri” chiesta dalle Regioni. “C’è stata una disponibilità del ministro Boccia di sottoporre queste nostre osservazioni ai tecnici e decidere se ridurre e quali ridurre”.

Commenti FB
Articolo precedenteCovid: in Lombardia diminuisce il numero dei ricoverati (-32) i positivi oggi sono 7.453
Articolo successivoDa gennaio a Milano divieto di fumo nei parchi, alle fermate dei bus e agli stadi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.