I carabinieri hanno arrestato 3 romeni accusati di aver reclutato, assunto e impiegato manodopera costituita da lavoratori anche minorenni sottoponendoli a condizioni di sfruttamento e approfittando del loro stato di bisogno perchè provenienti da regioni povere della Romania. I tre fermati, di 50, 26 e 24 anni, svolgevano illecitamente attività di raccolta, smaltimento e recupero e divendita di pallet, in un terreno agricolo occupato abusivamente a Usmate Velate (Mb). A fare partire le indagini della Procura di Monza sono stati  due dei lavoratori sfruttati, uno minorenne, che si sono rifugiati presso la caserma dei Carabinieri dopo essere fuggiti dal campo di lavoro, al quale hanno raccontato di essere arrivati una volta reclutati nel paese di origine, per poi ritrovarsi costretti a lavorare incessantemente senza retribuzione, sotto minaccia e violenza fisica e con solo brevissime pause per mangiare. Le indagini hanno poi portato ai tre responsabili del giro di sfruttamento che, approfittando dello stato di bisogno in cui versavano i giovani nel loro paese, li facevano arrivare in Brianza con false promesse. Portati nel carcere di Monza, ai tre gestori dell’area sono state contestate violazioni amministrative per oltre 163 mila euro e l’area è stata sequestrata.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.