Giardini Montanelli, Cantiere: sabato un’altra statua per ‘Decolonize the city’

Il centro sociale milanese annuncia una nuova iniziativa nell’ambito della campagna per la rimozione dei simboli del colonialismo, del razzismo e della violenza patriarcale.

115

Il Centro sociale Cantiere ha organizzato per sabato una nuova iniziativa ai Giardini Montanelli di Milano nell’ambito della campagna ‘Decolonize the city’ “per decolonizzare la città in cui viviamo, a partire dai simboli che celebrano colonialismo, razzismo e violenza patriarcale”. Dopo il cambio di nome a corso Cristoforo Colombo diventato “corso resistenza Indigena” e l’installazione. domenica scorsa, ai Giardini di Porta Venezia della statua alla memoria del leader africano Thomas Sankara, ma subito rimossa il giorno dopo, il Centro sociale ci riprova. “Domenica 18 ottobre è stata installata ai Giardini Pubblici di Porta Venezia una statua dedicata a Thomas Sankara, rivoluzionario panafricanista, presidente del Burkina Faso, ucciso durante un colpo di stato per fermare la trasformazione egualitaria e anticoloniale del suo paese. Il giorno successivo un qualche grigio burocrate, ha sequestrato la statua di Sankara, realizzando di fatto un’altra opera: la statua che non c’è rappresenta la rimozione coloniale”, scrivono sui social i militanti rilanciando l’appuntamento di domani alle ore 17.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.