No Cpr, la mobilitazione non si ferma

47

Proseguono le iniziative di protesta contro la riapertura di via Corelli come Cpr, centro di permanenza per l’espulsione dei migranti non in regola con i documenti, di fatto un carcere per una violazione amministrativa. Oltre un centinaio di manifestanti hanno partecipato ieri pomeriggio al presidio organizzato dalla Rete No Cpr in largo 11 Settembre, a una cinquantina di metri dalla Prefettura di Milano. Alla manifestazione hanno aderito anche i militanti di Rifondazione Comunista e Sinistra Europea. I manifestanti hanno affisso un lungo striscione con la scritta “Cpr = Lager di Stato” e una decina di attivisti si sono imbavagliati e legati i polsi per simboleggiare “l’impossibilità di far sentire la propria voce per chi, come i migranti, non può far valere i propri diritti”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.