Francesco De Gregori “Off the record” al Teatro dal Verme di Milano

263

Dopo il successo ottenuto con la serie di concerti realizzati dal 28 febbraio al 27 marzo 2019 al Teatro Garbatella di Roma, Francesco De Gregori porta “OFF THE RECORD” a Milano, sul palco del Teatro dal Verme, dal 4 dicembre.

Queste le prime date attualmente confermate di “OFF THE RECORD”: 4 dicembre – Teatro dal Verme – Milano. 5 dicembre – Teatro dal Verme – Milano. 6 dicembre – Teatro dal Verme – Milano.

I biglietti per le date di “OFF THE RECORD” saranno disponibili in prevendita dalle ore 16.00 di oggi, martedì 29 settembre, su TicketOne.it e nei punti vendita e prevendita abituali (per info www.friendsandpartners.it).

Sin dal titolo, “OFF THE RECORD”, si annuncia come un concerto particolarmente “confidenziale”, e durante le serate FRANCESCO DE GREGORI e la sua band (Guido Guglielminetti al basso e contrabbasso, Carlo Gaudiello al piano e tastiere e Paolo Giovenchi alle chitarre) proporranno una scaletta molto variabile e quasi improvvisata. “OFF THE RECORD” di Francesco De Gregori si inserisce nel calendario del Teatro dal Verme di Milano come anteprima del progetto “La Casa della Musica, I Pomeriggi Musicali”.

Commenti FB
Articolo precedenteControlli nella zona della Stazione Centrale, 4 arresti
Articolo successivoGli italiani non odiano le tasse, ma odiano pagare e non ricevere servizi…
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.