Raffica di controlli in zona Loreto-Padova-Monza

64

La Polizia di Stato ieri pomeriggio a Milano ha svolto un servizio straordinario di controllo del territorio nella zona Loreto, via Padova e viale Monza, nonché alle fermate della linea metropolitana MM1 e presso i parchi cittadini nella zona. Gli agenti hanno controllato 84 persone, tra le quali 14 con precedenti di Polizia e 32 veicoli. Arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino gambiano di 27 anni, con precedenti di polizia. Verso sera infatti, in via Stamira d’Ancona, all’interno del parco, l’unità cinofila ha controllato l’uomo il quale, alla vista del cane che lo stava segnalando al proprio conduttore, ha consegnato spontaneamente tre dosi di hashish. Gli agenti hanno approfondito il controllo e hanno rinvenuto nella disponibilità dell’arrestato ulteriori 15 dosi di stupefacente. Le unità cinofile hanno trovato altri 37 grammi di droga abbandonata da qualcuno che è fuggito alla vista degli agenti, all’interno del parco, vicino all’area cani. Nel corso dello stesso pomeriggio, i poliziotti della Polmetro hanno svolto controlli anche al’interno della metropolitana, presso le stazioni della MM1 Villa San Giovanni, Precotto, Gorla, Turro e Rovereto: proprio in quest’ultima fermata è stato arrestato un 32enne marocchino responsabile di un borseggio consumato pochi istanti prima che venisse fermato dagli agenti. L’uomo si era impossessato di un borsello con all’interno uno smartphone del valore di 500 euro ai danni di un cittadino italiano di 62 anni che si trovava all’interno del convoglio della metropolitana diretto a Sesto San Giovanni. Infine sono stati controllati cinque locali unitamente alla Polizia Annonaria: una sala giochi in viale Monza, due sale slot in via Padova, una sala giochi in Largo Tel Aviv e una sala scommesse in via Cesarotti. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 3350 euro.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.