“Tutte le scelte compiute da Regione Lombardia nella scorsa legislatura e nella presente non sono state orientate a far funzionare la Lombardia Film Commission per i suoi scopi, ma per altri. Ora Fontana e la sua giunta devono ripartire da zero, iniziando con la richiesta di rescindere il rapporto di consulenza con Scillieri, come gli abbiamo chiesto formalmente, e di rinnovare al più presto l’organismo di vigilanza, con la massima garanzia di assenza di conflitti di interesse”.Lo dichiarano per il Partito Democratico Paola Bocci e Fabio Pizzul, consigliera e capogruppo in Regione. “Dopodiché – proseguono i consiglieri – Fontana rinnovi la rappresentanza della regione nel Cda e revochi così il mandato al presidente Dell’Acqua. Occorre un nuovo bando per individuare una persona di provata competenza nel settore dell’audiovisivo e del cinema, che sia in grado di rilanciare finalmente un ente che si è dimostrato in questi anni del tutto inutile al settore e ha fatto parlare di sé solo nelle cronache giudiziarie.”

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.