San Siro, neanche il virus ferma i motoraduni notturni (VIDEO)

Corse a tutta velocità per le vie del quartiere, i residenti esasperati: “Chiamiamo le forze dell’ordine ma non viene mai nessuno”.

150

Mentre la città “rallenta” con piste ciclabili e zone 30 per favorire la mobilità sostenibile lungo via Tesio, via Achille e nel sottopasso Patroclo le serate sono caratterizzate da ‘rally’ notturni. Vicenda che dura da anni e nemmeno l’emergenza Covid sembra aver scoraggiato i ‘motoraduni’ di San Siro.

Corse di moto nella notte a San Siro, i residenti chiamano le forze dell'ordine ma non esce mai nessuno.

Publiée par Radio Lombardia sur Samedi 12 septembre 2020

L’appuntamento è tutti i giovedì sera: due giorni fa più di 100 motociclisti si sono ritrovati nel piazzale dello stadio, creando assembramenti senza alcuna mascherina o protezione anti coronavirus. In piccoli gruppi, per il primo ‘appuntamento’ dopo l’estate, le moto – come testimoniano le immagini di Mianews – hanno sfilato a gran velocità fino a tarda notte con rombo di motori e disagi per i residenti. “Mi sento inerme – racconta Francesca C. denunciando l’ennesima notte folle -. Ho pensato anche di vendere casa. La strada è pericolosissima – continua –. Abito qui da 10 anni, il primo anno andando a gran velocità mi hanno disintegrato la macchina e poco dopo è successo anche a quella del vicino”. Ogni settimana la solita “routine” cominciano le corse e i residenti iniziano a scambiarsi messaggi di lamentele: “Chiamiamo sempre la polizia ma non vengono mai, è una battaglia insostenibile, è pericoloso anche solo attraversare via Tesio per accedere al giardino per portare a spasso il cane. Abbiamo alzato le braccia” ha concluso. (MiaNews)

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.