Ruba 11 chitarre a musicista, denunciato 57enne

223

Undici chitarre per un valore complessivo di 150mila euro. È la refurtiva recuperata dalla Polizia di Stato nell’abitazione di un 57enne italiano incensurato. Gli strumenti erano stati sottratti ad un musicista. Il 57enne è stato denunciato.

Le indagini dei poliziotti del Commissariato Sempione sono iniziate lo scorso 8 agosto, a seguito della denuncia del musicista che custodiva le chitarre in un garage in affitto in piazza Giulio Cesare.

La vittima, musicista e tenore aveva scoperto che gli strumenti, di ingente valore economico, tra le quali una “Gibson SJ 200” appartenuta ad Elvis Presley, erano state sostituite con altre chitarre di scarso valore.

Gli uomini del commissariato Sempione di Milano con la refurtiva

Gli accertamenti dei poliziotti hanno appurato che proprio il locatore del garage affittato, servendosi del proprio badge, si era introdotto per due volte di notte, nel garage e aveva sottratto le chitarre. I poliziotti hanno inoltre accertato che il 57enne, anch’egli collezionista di strumenti musicali, qualche giorno prima del furto aveva acquistato le chitarre di scarso valore, che ha poi sostituito ai preziosi pezzi di collezione. Le perquisizioni degli agenti hanno interessato circa 20 autorimesse, tra Milano e l’hinterland, inclusa l’abitazione del 57enne, trovandovi numerosi strumenti musicali accatastati.

Gli agenti sono riusciti a recuperare tutte le chitarre, ad eccezione di una che nel frattempo era stata venduta su internet.
Tra i pezzi di collezione, oltre a quella suonata da Elvis, sono tornate al legittimo proprietario una “Guild”, una “Admira”, una “Valeriano Bernal”, un “Fender Hot Rod”, una “Martin & Co”, una “Martin HD 28 Vintage” ed infine una “Epiphone Hummingbird”. Il 57enne pertanto è stato denunciato per furto in abitazione.

Commenti FB
Articolo precedenteComo, l’assessore ai servizi sociali strappa la coperta ad un senzatetto
Articolo successivoCoronavirus, in Lombardia 218 positivi (1,02%) tre i decessi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.