M4, finito il lavoro delle talpe

La nuova metropolitana di Milano attraverserà il centro storico da Linate a San Cristoforo in 30 minuti.

113

“Missione compiuta” per le Tunnel Boring Machine, le cosiddette ‘talpe’ al lavoro per la nuova linea M4 con la rottura del diaframma al cantiere della stazione Solari della prima delle due talpe e 620mila metri cubi di scavi lungo i 9.200 metri delle due gallerie nella tratta centro. Si concludono quindi gli scavi di tutte le gallerie di M4. Anche l’altra Tbm infatti si trova all’ingresso della stazione. I lavori hanno visto all’opera nel complesso 1.500 persone. Proseguiti anche duante il lockdown, dopo un periodo di stop, ii lavori procedono ora in vista della primavera del 2021, quando sarà attivata la prima tratta funzionale della nuova metropolitana, tra Linate e Forlanini FS. Ad assistere, oggi, alla rottura del diaframma che separava la prima delle due talpe (binario dispari) dall’ingresso nella stazione Solari, il sindaco di Giuseppe Sala, l’assessore alla Mobilità Marco Granelli, il Direttore Generale Webuild Massimo Ferrari, il presidente M4 spa Fabio Terragni e Guido Mannella, Webuild, presidente del consorzio dei costruttori CMM4. Nei prossimi giorni a vedere la luce alla Stazione Solari sarà anche la talpa gemella del binario pari. Smontate le due talpe, si procederà poi con l’armamento della linea, cioè con la posa dei binari, delle linee di alimentazione elettrica e dell’installazione del sistema di guida computerizzato. La linea sarà lunga nel complesso 15 chilometri con 21 stazioni e attraverserà in soli 30 minuti il centro storico della città, collegando il quadrante Est (aeroporto di Linate) con il quadrante Sud-Ovest, fino alla stazione di San Cristoforo.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.