Riaprono gli asili, la protesta social di educatrici e mamme

144

A Milano oggi riaprono scuole materne e asili nido dopo i mesi di stop dovuti al lockdown: sono 19 mila i bambini che da oggi vengono accolti nelle strutture comunali, che diventeranno 30 mila a regime quando saranno terminati gli inserimenti. Ed è polemica. “Noi educatrici ci presenteremo così a bambini di due anni che non ci vedono da 6 mesi..con camici in plastica(modello figurella x dimagrire)..neanche gli infermieri sono così..e il lavoro di organizzare la segnaletica fatta da noi..pulire da noi..p.s..senza parlare di zero giardino inagibile da 4 anni … vergognoso..un’organizzazione cosi bassa nn l’ho mai vissuta in 22 anni di servizio” scrive un’educatrice commentando un post su facebook del comune di Milano e pubblicando anche la fotografia della divisa. I commenti e le critiche delle mamme non si sono fatti attendere.

All’ingresso di scuole materne e nidi è previsto un triage per i piccoli e per il genitore o l’accompagnatore, con la misurazione della temperatura, il gel disinfettante per le mani e la firma del ‘patto di corresponsabilità’ che impegna anche il genitore a controllare la salute del figlio e a non mandarlo all’asilo se ha sintomi influenzali. Il personale indossa mascherine e visiere protettive. Gli ingressi e le uscite dei piccoli sono scaglionati in base all’orario per non creare assembramenti.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.