15 casi di legionella a Busto Arsizio. Sono in corso controlli igienico sanitari. Il sindaco Emanuele Antonelli invita a mantenere la calma. “La situazione è sotto controllo  – scrive in un post su facebook –  Ho passato tutta la serata di ieri al telefono con i vertici regionali e le autorità sanitarie per avere tutte le informazioni necessarie. Dovrebbero esserci 15 casi tutti sotto osservazione. Non dovrebbero esserci persone in pericolo di vita. Si tratta di 11 uomini e 4 donne di eta’ compresa tra i 56 e i 92 anni. Il decesso registrato non è attribuibile con certezza alla legionella trattandosi di un paziente pluripatologico e anziano. La Zona sotto osservazione e’ Madonna Regina. Stiamo facendo tutti gli accertamenti del caso”. Le autorità sanitarie territoriali, ha spiegato l’assessore regionale Giulio Gallera “si sono attivate immediatamente e hanno realizzato i prelievi e la campionatura delle acque nelle abitazioni di residenza, il controllo degli impianti idrici (acquedotto) e delle torri di raffreddamento. Le analisi di laboratorio sono in corso. In via precauzionale è stata altresì eseguita una iperclorazione dell’acqua”. “La situazione dei casi di Legionella a Busto Arsizio è assolutamente sotto controllo – dice l’assessore Gallera –  la maggior parte dei pazienti è già stata dimessa. L’analisi anamnestica ha accertato che i primi sintomi (fra cui la febbre) risalgono ad alcuni giorni fa. L’età media delle persone contagiate è di 75 anni, (età minima 58 – età massima 92 anni). Per 8 pazienti sono presenti patologie concomitanti (3 Broncopneumopatie, 2 neoplasie, 3 malattie cardiovascolari)”. “Si tratta di 11 uomini e 5 donne – spiega l’assessore – e per 15 di loro si era reso necessario il ricovero in ospedale, mentre per una persona è stata sufficiente l’osservazione in Pronto Soccorso. Si registra purtroppo anche un decesso”. “Sono stati allertati i medici di base della zona – sottolinea l’assessore – affinché venga prestata una particolare attenzione ai sintomi tipici della legionella. Sono stati inoltre attivati i contatti tra il laboratorio microbiologico di Busto Arsizio , L’ ATS e L’Istituto Superiore di Sanità per facilitare l’invio di campioni umani ed ambientali”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.