Giallo sul deragliamento a Carnate: “Il treno si è mosso da solo”

Il treno si sarebbe “mosso da solo” da Paderno ed è stato instradato sul binario morto di Carnate. Macchinista e capotreno sarebbero scesi a Paderno per una pausa senza bloccare il convoglio che sarebbe ripartito per una leggera pendenza.

255

Non c’erano macchinisti sul treno deragliato alla stazione di Carnate, in cui sono rimaste contuse tre persone. Secondo i primi riscontri infatti, «il convoglio si sarebbe messo in movimento da solo». Anche Trenord conferma: «Per cause da accertare, il treno si è mosso dalla stazione di Paderno senza personale a bordo. Sul convoglio era presente solo un passeggero. “I sistemi di sicurezza – afferma Trenord – sono entrati subito in funzione e hanno instradato il treno verso il binario tronco della stazione di Carnate” . L’inchiesta della Polfer dovrà accertare come sia stato possibile che il convoglio in sosta in una stazione vicina si sia rimesso in marcia e dopo una folle corsa di quasi 10 km km come un “treno fantasma” sia finito su un binario morto.  La circolazione è stata bloccata per permettere di liberare i binari. Nell’incidente, secondo quanto riferito da Trenord, sono rimaste ferite in modo lieve tre persone, un macchinista, un capotreno e un’altra persona. Secondo una prima ricostruzione, macchinista e capotreno sarebbero scesi alla stazione di Paderno per una pausa. Forse a causa di una leggera pendenza il treno si sarebbe messo in moto e avrebbe preso velocità, anche se non molta, fino a che i tecnici di Rfi non lo hanno deviato sul binario tronco di Carnate. 

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.