Va in commissariato con la droga nel furgone, arrestato corriere

177

Ieri mattina un corriere si è recato in via Schiaparelli a Milano, per effettuare una consegna al Commissariato Garibaldi Venezia. Appena parcheggiato il mezzo nei pressi dell’ingresso, i poliziotti hanno immediatamente riconosciuto l’odore di sostanza stupefacente proveniente dall’abitacolo e hanno chiesto spiegazioni al conducente. L’uomo ha ammesso agli agenti della Polizia di Stato che stava fumando uno “spinello” poco prima dell’arrivo in Commissariato, per poi spegnerlo una volta arrivato. I poliziotti, insospettiti dal comportamento agitato del 45enne, hanno effettuato la perquisizione dell’uomo e del mezzo, trovando, nascosti sotto al sedile lato passeggero, di una borsetta, 7 dosi di cocaina e 1 di hashish. Gli agenti del Commissariato Garibaldi Venezia hanno sottoposto a perquisizione anche l’appartamento dell’uomo a Baranzate (MI), dove hanno trovato e sequestrato altri 34 grammi di cocaina nascosti nel cassetto di un armadio e 3 etti di magnesio, solitamente usato per “tagliare” la cocaina, in un barattolo. L’uomo, un cittadino italiano di 45 anni che è stato accompagnato presso l’ospedale Fatebenefratelli per essere sottoposto agli esami di laboratorio per verificare se avesse guidato o meno sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.

Commenti FB
Articolo precedenteNuova data per il Re Tour di Van De Sfroos, il 9 settembre a Mantova
Articolo successivoIn auto con il fidanzato-spacciatore, lascia in casa soli i figli di 10 e 2 anni
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.