Andranno in comunità i fratelli bulli e violenti con i compagni di scuola

80

Sono stati assegnati a differenti comunità per minori i due fratelli che lo scorso anno scolastico si sono resi protagonisti di svariati atti di violenza e prevaricazione all’interno dell’istituto frequentato a Busto Arsizio, nel varesotto. Uno dei due fratelli è stato sospeso il primo giorno di scuola per aver aggredito un docente che lo aveva ripreso, stessa sorte poi toccata al fratello perché aveva picchiato un altro studente. Da quanto emerso dagli accertamenti della polizia, nonostante i giovani non frequentassero le lezioni continuavano a terrorizzare i compagni di scuola, in particolare prendendo di mira chi aveva osato opporsi alle loro prepotenze. Una ragazza è stata invitata a suicidarsi sia di persona che attraverso messaggi sui social. Un ragazzo è stato aggredito due volte e un terzo è stato attirato con una susa presso la stazione di Busto e picchiato e derubato delle scarpe. Le modalità particolarmente efferate e fuori controllo delle azioni dei due fratelli e la considerazione che l’ambiente familiare non è in grado di contenerli – anzi il padre ha dato in più occasioni sostegno ai figli, minacciando e aggredendo a sua volta professori e studenti – hanno indotto il GIP a adottare la misura cautelare e a separare i due facendoli collocare in diverse comunità.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.