Sarà un’edizione “reinventata daccapo” quella del Festivaletteratura di Mantova 2020. Una 24esima edizione – dal 9 al 13 settembre – che vedrà il ritorno dello scrittore David Grossman per l’evento di chiusura. Un festival che affiancherà eventi dal vivo ad eventi in streaming e contenuti per il web, per quella che secondo gli organizzatori non sarà una semplice parentesi in attesa di tornare alla normalità, ma una base su cui costruire le edizioni future. Gli autori saranno, come da tradizione, a confronto con il pubblico a Piazza Castello, Palazzo San Sebastiano e al Chiostro del Museo Diocesano e non mancherà la presenza di autori internazionali come Suad Amiry, architetto e scrittrice palestinese, oppure il giornalista argentino Martìn Caparròs. Tra i nomi italiani invece: il doppio premio Strega Sandro Veronesi, Beppe Severgnini, Bianca Pitzorno e molti altri. Nei nuovi format “in presenza” anche quello di un furgone poetico, che – dopo l’esperienza provata e maturata in lockdown da un gruppo di giovani -sosterà nelle piazze, tra i sagrati delle chiese e negli spazi industriali di Mantova, con esibizioni dei poeti tra cui Chiara Carminati, Tommaso Di Dio e Massimo Giuntoli.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.