Un piano architettato in tutti i dettagli, una spedizione punitiva ai danni di un 19enne pakistano per vendicarsi di quella violenza sessuale di gruppo subita mesi prima. Così una ragazza minorenne insieme al compagno ha dato appuntamento all’autore degli abusi nei pressi della stazione ferroviaria di Novate Milanese (MI) con la scusa di acquistare un iphone. La ragazza fungendo da esca ha così attirato il suo stupratore in un luogo appartato, a quel punto il fidanzato assieme ad un complice, che erano rimasti in disparte, sono sbucati fuori sferrando una coltellata al fianco destro del 19enne.
Solo il pronto intervento dei sanitari, allertati da un passante che aveva notato il ragazzo sanguinante su una panchina, ha potuto salvare la vita al pakistano, trasportato in codice rosso all’ospedale Niguarda. Per l’episodio, risalente al Novembre scorso, sono stati arrestati sia la ragazza che i due complici, mentre la violenza sessuale – una volta accertata dalle indagini – ha determinato i domiciliari per il pakistano e altri suoi amici, che mesi prima avevano approfittato dello stato di ebrezza della minorenne per abusare di lei.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.