C’è qualcosa di sporco, in come si sta impostando la discussione sulle mazzette in Atm. Ed è lo stesso insopportabile sporco che c’è e c’è stato nella discussione sulla gestione del Covid. Insopportabile perché prevede sempre ed in ogni caso l’uso politico della giustizia. Cioè la politica usa la giustizia per fare politica, e non viceversa. In questo caso i giudici non c’entrano niente. Stanno solo facendo il loro lavoro. Partiamo dal Covid. Si possono ravvisare responsabilità della politica regionale nella gestione? Ovviamente sì, certo. Ed è per questo che i magistrati stanno indagando. E’ giusto definire “Fontana assassino”? Ovviamente no. In nessun momento della pandemia Fontana ha preso una pistola e premuto un grilletto. Chi fa questa equazione anticipa i giudici, si mette due passi davanti a loro, e lo fa per puro calcolo politico. E ancora, sulla zona rossa. Per settimane, al solo annuncio dell’apertura dell’inchiesta, Fontana è stato dipinto come il boia di Alzano e Nembro. La politica ha usato questo per settimane. Fin quando la pm è uscita e ha detto che la responsabilità era del governo. Allora l’altra parte politica, ovvero la Lega, ha usato questa dichiarazione. Fin quando, ovviamente, Conte ha rivendicato una scelta politica, levando finalmente le castagne dal fuoco a tutti. Ora, Atm. Su Atm, e le carte che Affaritaliani.it Milano ha pubblicato integralmente stanno là a raccontarlo, non c’è una volta che sia una che viene tirato in ballo il sindaco, il direttore generale, l’assessore, il presidente di Atm, nessuno. Neanche i dirigenti, visto che quello che hanno arrestato è un funzionario. Nessuno. C’è un funzionario con un po’ troppo potere che ha fatto gli interessi suoi. Mettendo con le proprie azioni in pericolo i milanesi. Ora la parte politica, ovvero il centrodestra, che aveva subito il trattamento giudiziario sul Covid in Regione, usa l’inchiesta su questo funzionario per mettere sulla graticola Beppe Sala. Vi pare una roba normale? E’ normale che a Beppe Sala si imputi qualcosa di un livello talmente più basso di lui da risultare imponderabile e invisibile? Certo, c’è da controllare meglio, sempre di più. Ma iniziamo a dire che non tutto e non sempre è colpa della politica. Se uno è un criminale, è un criminale. E, comunque, lo è solo dopo un giudizio ponderato dei giudici.

fabio.massa@affaritaliani.it

 

 

Pinocchio a cura di Fabio Massa
Pinocchio a cura di Fabio Massa

Neanche i dirigenti, visto che quello che hanno arrestato è un funzionario. Nessuno. C’è un funzionario con un po’ troppo potere che ha fatto gli interessi suoi. Mettendo con le proprie azioni in pericolo i milanesi. Ora la parte politica, ovvero il centrodestra, che aveva subito il trattamento giudiziario sul Covid in Regione, usa l’inchiesta su questo funzionario per mettere sulla graticola Beppe Sala. Vi pare una roba normale? E’ normale che a Beppe Sala si imputi qualcosa di un livello talmente più basso di lui da risultare imponderabile e invisibile? Certo, c’è da controllare meglio, sempre di più. Ma iniziamo a dire che non tutto e non sempre è colpa della politica. Se uno è un criminale, è un criminale. E, comunque, lo è solo dopo un giudizio ponderato dei giudici.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.