I Carabinieri arrestano un operaio sospettato di aver ucciso la moglie e poi fuggito

43

E’ sospettato di aver ucciso a botte la moglie di 49 anni, E.Z., operaio di 56enne. L’uomo dopo aver commesso il delitto nella loro casa di Palazzo Pignano, nel cremonese, era fuggito in auto. È stata una pattuglia dei Carabinieri impegnati nelle ricerche a fermare l’uomo questa mattina verso le 6:30 a Rivolta d’Adda. Interrogato dal pm Milda Milli nella caserma dei militari di Crema, il 56enne è in stato di fermo. È prevista per domani invece l’autopsia sul corpo della moglie dell’operaio, trovata senza vita nell’abitazione della coppia. Secondo alcune informazioni sembrerebbe che la donna fosse gravemente malata e sarebbe morta per le conseguenze di una caduta dovuta probabilmente a delle percosse. Il figlio dodicenne della coppia è stato invece trovato a casa di uno zio.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.