“Solo tra fine marzo ed inizio aprile, grazie all’intervento dei sindacati, le mascherine FFP2 sono state distribuite anche agli operatori sanitari, con la precisa indicazione di essere usate il più a lungo possibile”, un’indicazione, quella di un utilizzo illimitato, estesa anche alle tute di protezione: è parte dell’esposto presentato in Procura da alcuni lavoratori della rsa Anni Azzurri San Faustino di Milano, che hanno denunciato i vertici della struttura per epidemia colposa e lesioni. Gli operatori infatti accusano i dirigenti di non aver saputo tutelare il personale e gli ospiti anziani della residenza dal contagio da Coronavirus. “All’inizio di aprile si contavano tamponi eseguiti unicamente su cinque ospiti” si legge sempre nell’esposto, che spiega come tra quei cinque una persone fosse risultata positiva e fosse stata gestita in maniera confusa mettendo a rischio tutta la struttura. “Lotteremo per affermare le responsabilità di coloro i quali non hanno tutelato lavoratori e pazienti”, ha dichiarato l’avvocato Francesco D’Andria, che assiste i lavoratori della rsa.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.