Rissa e coltellate nella movida, arrestato il figlio di un capo ultrà interista

I carabinieri hanno individuato il presunto responsabile dell'accoltellamento di un 24 enne, nella notte tra venerdì e sabato, in zona Moscova a Milano. È il figlio di Franco Caravita, storico capo ultrà dell'Inter.

165

E’ stato arrestato il presunto aggressore del giovane di 24 anni accoltellato al petto a Milano nella notte tra il 5 e il 6 giugno, durante una rissa esplosa fuori da un locale in zona Moscova: si tratta di A.C., 21enne milanese, figlio del leader storico degli ultras nerazzurri Franco Caravita. A individuarlo sono stati i carabinieri che, nel corso di una perquisizione, hanno anche sequestrato un coltello a serramanico che potrebbe essere stato utilizzato nella rissa. Il giovane è stato riconosciuto grazie alle telecamere che hanno ripreso buona parte dei fatti, avvenuti intorno alle 2:30 del 6 giugno scorso fra i tavolini all’aperto in corso Garibaldi, una delle strade della movida milanese, e anche grazie ai testimoni sentiti, che hanno parlato di ultras.
Il giovane, con precedenti, è accusato di tentato omicidio aggravato, lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti a offendere ed è in attesa delle disposizioni dell’Autorità giudiziaria nel carcere di San Vittore.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.