Home News Coronavirus: in Lombardia crescono ancora i decessi, oggi 67 morti

Coronavirus: in Lombardia crescono ancora i decessi, oggi 67 morti

Passano da 38 a 67 i decessi nelle ultime 24 ore in Lombardia portando la cifra totale a 16.079. Dopo un aumento di 82 unità nella giornata di ieri tornano a calare i ricoverati non in terapia intensiva oggi – 245. I nuovi casi positivi sono 221 con la percentuale dell’1,5% in rapporto ai i tamponi effettuati. Un ricoverato in meno anche in terapia intensiva dove i ricoverati attualmente sono 172.

Ecco i dati di oggi, sabato 30 maggio:
– i tamponi effettuati: 14.301 totale complessivo: 741.447
– attualmente positivi: 21.809 (-874)
– totale complessivo dei positivi riscontrati in Lombardia
dall’inizio della pandemia a oggi: 88.758
– i nuovi casi positivi: 221 (1,5% rapporto con i tamponi giornalieri)
– i guariti/dimessi: +1.028 totale complessivo: 50.870
– in terapia intensiva: -1 totale complessivo: 172
– i ricoverati non in terapia intensiva: -245 totale complessivo: 3.307
– i decessi: 67 totale complessivo: 16.079

I casi per provincia con la differenza rispetto a ieri

MI: 23.044 (+62) di cui 9.775 (+25) a Milano citta’
BG: 13.323 (+21)
BS: 14.724 (+41)
CO: 3.840 (+3)
CR: 6.448 (+6)
LC: 2.736 (+6)
LO: 3.468 (+10)
MN: 3.345 (+6)
MB: 5.514 (+4)
PV: 5.328 (+35)
SO: 1.460 (+1)
VA: 3.594 (+4)

e in 1934 corso di verifica.

Commenti FB
Articolo precedenteSala al Prefetto: denunciare i gilet arancioni
Articolo successivoRiaprono domani le piscine
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version